Crea sito

SUCCO D’OLIVA

Succo d’oliva
Prima di iniziare a scrivere questo breve articolo vorrei porvi una domanda: quando degustiamo un succo di frutta, ad esempio alla pera, quel succo deve sapere di pera, ma come facciamo a riconoscere il gusto di pera nel succo? Lo riconosciamo perchè abbiamo degustato la pera in precedenza e ritroviamo lo stesso sapore nel succo. Lo stesso vale anche per l’olio, anche chiamato succo d’oliva, quando lo degustiamo deve sapere di oliva. Quello che consiglio è di fermarsi presso una pianta d’olivo dove è presente l’oliva verde. Prendetela e mangiatela ( anche un piccolo pezzo). Subito assaporerete l’amaro e il piccante che ritroverete nell’olio. Se invece l’oliva è troppo matura si avverte quasi in maniera leggera l’amaro, infine se si degusta un’oliva colpita dalla mosca si percepirà un sapore rancido della polpa. Quindi non facciamoci ingannare da oli dolci o rancidi, ciò significa che l’oliva o non era sana oppure era troppo matura. Quando si percepisce nell’olio il sentore di amaro e di piccante, ciò significa che l’oliva era sana quando è stata molita.

Pubblicato da sommelierolio

Gennaro Di Paolo, laureato in Viticoltura ed Enologia. Ho frequentato il corso di assaggiatore olio nel 2008, nel 2018 mi sono diplomato come Sommelier dell'Olio. Dal 2017 sono docente presso L'Istituto Tecnico Agrario di Teramo e Atri, dove ho organizzato il primo concorso "OLIO DELLO STUDENTE". Nel 2019 sono diventato Sommelier del vino. Gestisco la pagina Instagram denominata "SOMMELIER OLIO" dove pubblico recensioni sugli oli che degusto quotidianamente. Gestisco una rubrica on line dal nome "ORO IN TAVOLA" presso il quotidiano online Wallnews24 e collaboro con Oiltogether.